Scoprire di aspettare un bambino è un’emozione fortissima che può provocare nella futura mamma sentimenti anche molto contrastanti tra di loro. Un bimbo sconvolge la vita che sia esso il primo il secondo il terzo o più. E quando i bimbi in arrivo sono due? La prima volta che ho saputo di aspettare due gemelli ero felice e spaventata allo stesso tempo. La seconda volta hanno prevalso panico, paura e terrore. Nonostante tutto,  fortunatamente, abbiamo affrontato positivamente anche questa gravidanza.

Ecco quindi 10 cose che vorrei dire a chi aspetta dei gemelli:

  1. NIENTE PAURA

Ripeto, so cosa vuole dire sfiorare l’attacco di panico nel sentirsi annunciare il battito di due cuoricini, ma questo atteggiamento più che legittimo, non serve a niente. Meglio cercare di essere positivi e di vedere solo il bello di questa situazione, o quantomeno cercare di accettarla il prima possibile.

 

  1. SARÀ BELLISSIMO

Non vorrei essere ripetitiva ma sarà davvero un’esperienza inimmaginabile. Un giorno quando vedrete le prime interazioni tra i vostri piccoli, i primi sorrisi, i primi furti di ciuccio tra di loro, penserete ai genitori di figli unici con una nota di compassione, perché, poverini, non potranno mai vivere quello che state vivendo voi.

 

  1. SARÀ UN DELIRIO

E’ innegabile che sarà anche così. Tutto doppio. Poppate, cambi di pannolini, biberon da preparare, bambini da far addormentare, doppi vestiti doppi seggioloni e seggiolini. Per non parlare della quantità infinita di pannolini di cui avrete bisogno! Un giorno penserete ai genitori di figli unici e vi chiederete con che coraggio osino lamentarsi. (Sì si lo so! Ci sono bambini che da soli valgono per 5… ricordatevi che faccio la maestra! ma vi assicuro che non è la stessa cosa!)

 

  1. TROVA UN MEDICO DI FIDUCIA

Avere un riferimento medico competente di cui vi fidate e con il quale vi sentite a vostro agio nel fare anche le domande più stupide è davvero utile. In questa ultima gravidanza sono stata seguita dall’Ottagono di Varese e mi sono trovata benissimo. Quando però avevo dubbi angosce o perplessità sentivo la mia ex ginecologa, che nel frattempo è andata in pensione, oppure chiamavo mia cugina specializzanda in ostetricia e ginecologia. A volte può succedere di avere mille paure o pure paranoie che è meglio ridimensionare al più presto.

 

  1. TROVA UNA MAMMA DI GEMELLI

Durante la mia prima gravidanza avevo una gran voglia di confrontarmi con chiunque stesse vivendo la mia situazione. Partecipavo assiduamente a tutti gli incontri sulla gestazione e il puerperio che mi presentavano davanti ma non ho mai trovato uno spazio dedicato ai gemelli e alle gravidanze gemellari. Certo siamo un’eccezione ma questo devo dire che mi è mancato. Per fortuna avevo la mia mamma alla quale fare tutte le domande del caso. Questo è il motivo per cui quando so che qualcuno è in attesa di gemelli mi offro sempre per una chiacchierata.

 

  1. CONTROLLA L’AUMENTO DI PESO PERCHÉ POI È DURISSIMA.

So di mamme gemelle che in gravidanza sono ingrassate pochissimo e che dopo aver partorito i piccolini sono tornate subito in splendida forma. Ecco questo non è il mio caso. La prima volta ho preso 23 kg mai del tutto smaltiti. La seconda volta, complice il diabete gestazionale e una dieta forzata, ne ho presi “solo” 16. Quindi mamme fate attenzione!

 

  1. NON SERVE COMPRARE SUBITO TUTTO DOPPIO.

Quando si è in dolce attesa si vorrebbe fare così, ma è saggio aspettare. Per entrambe le mie gravidanze sono stata letteralmente riempita di tutto il necessario tanto che molte cose non sono praticamente riuscita ad utilizzarle… e avevo due bambini!

 

  1. I PRIMI TRE MESI SARANNO I PIÙ DURI.

Almeno per me è stato così. I primi tre mesi, in particolare con Anna e Alice sono stati stravolgenti. Poi piano piano ci si conosce, si entra in sintonia, finisce il rodaggio e, se tutto va bene, si inizia anche ad avere dei ritmi più regolari che permettono di avere una vita decisamente più serena.

 

     9. PROCEDERE STEP BY STEP

Inutile preoccuparsi ora delle crisi adolescenziali, di quando usciranno la sera, di tutte le cose che dovremo comprargli (penso che rimpiangeremo i costi delle tutine quando vorranno tutti  l’iphone 75). Meglio preoccuparsi e concentrarsi su quello che succede giorno per giorno, momento per momento. Nel bellissimo e interessantissimo documentario “The beginning of life” su Netflix, ad un certo punto una coppia di genitori dice “la crescita di un bambino è come un videogame: lo schema successivo è sempre più difficile di quello precedente”. Ecco quindi perché angosciarsi in modo anticipato?

 

   10. QUALSIASI COSA SUCCEDA TU SAPRAI COME E COSA FARE.

Ad un incontro a cui ho partecipato di recente, la psicologa relatrice ha detto una cosa che condivido pienamente: diffidate da tutto ciò che definito come “metodo” al quale attenersi in modo rigido per ottenere qualcosa come genitore. Ogni mamma crea per i propri bambini il metodo più adatto, e non esiste esperto o manuale che possa fare meglio di voi.

 

Seguimi sui social:

Sharing is caring!